Il tè bianco: scopriamolo insieme

Il tè bianco è una delle varietà di tè più delicate, per produrlo vengono utilizzati soprattutto i germogli delle piante, ovvero le foglioline appena nate. Deve il suo nome proprio alle giovani foglioline del tè che sono ricoperte di una lanuggine biancastra.

La maggior parte del tè bianco proviene dalla Cina, ma ci sono zone di produzione anche in  India e Sri Lanka. Per la produzione dei migliori tè bianchi si utilizzando solo i germogli non ancora aperti, per altri tè bianchi le foglioline vengono raccolte appena dopo l’apertura.

tè biancoLe cultivar più comuni per il tè bianco sono Da Hao, Da Bai Xiao Bai. Ogni tipo produce gemme fogliari bianco-argenteo  che sono tradizionalmente raccolte all’inizio della primavera.   La produzione del tè bianco è abbastanza recente, è iniziata infatti nel 1922 con il tipo “White Peony” (ovvero il Pai Mu Tan o Bai Mu Dan).

La lavorazione del tè bianco è semplice: le foglie appena raccolte e vengono messe ad asciugare fino a quando sono completamente essiccate. Le foglie di tè non subiscono nessun altro tipo di lavorazione, non vengono arrotolate e non vengono scaldate.

Il sapore del tè bianco è molto delicato, dolce e con delle note floreali.

La preparazione del tè bianco

Il tè bianco deve essere preparato con acqua intorno ai  75°-85°con una durata di infusione  di circa 3-5 minuti

Si potrebbe usare acqua leggermente più calda, magari sui 90 gradi, ma sarà necessario diminuire leggermente il tempo di infusione.  I tè bianchi sono abbastanza versatili, se preparati con un’acqua di temperatura più bassa con un infusione lunga, darà un liquore dolce e morbido. Al contrario, aumentando la temperatura dell’acqua e abbassando il tempo di infusione, si avrà un tè con più corpo.  A voi la scelta! Vi consiglio di fare qualche prova quando provate questo tè così da trovare le differenze e scoprire il vostro preferito.

Il tè bianco è uno di quei tè che può essere infuso più volte, ogni volta rivelando un particolare sapore o aroma differente. Sperimentate, sperimentate… ogni tazza sarà diversa!