Tipologie di tè: scopriamo le varietà

Verde? Nero? Oolong? Pu’erh? Sono tante le tipologie di tè disponibili, ognuna caratterizzata da aromi, colori e forme diverse che rendono ogni tazza di tè diversa dall’altra. Ma anche se sono così differenti, i tè  derivano tutti dalle foglie della stessa pianta: la Camellia Sinensis.

Quello che differenzia le varie tipologie di tè, donando caratteristiche, aromi, colori e profumi variegati, è il metodo di lavorazione. La produzione del tè passa infatti attraverso diversi passaggi: alcuni tè vengono lavorati passando per tutti gli step, a volte ripetendoli, altri tè subiscono invece una lavorazione minima. Ecco quali sono i principali passaggi della lavorazione del tè.

  1. Raccolta
  2. Appassimento
  3. Arrotolamento
  4. Ossidazione
  5. Fermentazione
  6. Essicazione

Tè bianco: il nome deriva dalla peluria bianco – argento che appare sui germogli non ancora aperti o su quelli appena aperti. Il tè bianco viene semplicemente raccolto e lasciato appassire e poi essiccare. Le foglie sono le più giovani e non subiscono nessun altro tipo di lavorazione. Un’ossidazione minima avviene in modo naturale, per questo motivo alcuni tè bianchi possono avere foglie di colore leggermente diverso. Il liquore prodotto dal tè bianco è verde pallido o giallo ed è il più delicato per sapore e per profumo.

Tè verde: è raccolto, essiccato e arrotolato. Il tè verde non è ossidato poiché viene applicato breve trattamento di calore per bloccare gli enzimi, in questo modo le foglie non diventano di colore marrone. Il calore può essere applicato tramite vapore (metodo generalmente utilizzato in Giappone) oppure mettendo le foglie in forni o wok. Successivamente si passa alla fase dell’arrotolamento: è una fase importante poiché contribuisce a dare un sapore speciale al tè. Infine le foglie vengono essiccate per togliere tutta l’umidità. Il liquore è verde o tendente al giallo e il sapore spazia da note erbose calde ad erba appena tagliata (tipico dei tè verdi cotti al vapore) con note astringenti.

Tè Oolong: è il tè con il processo di lavorazione più lungo in cui arrotolamento e ossidazione vengono ripetuti più volte. Oolong (si pronuncia Ulong) è una categoria complessa, che si posiziona tra i verdi e i tè neri. I tè Oolong sono parzialmente ossidati e possono avere diversi gradi di ossidazione che vanno dall’8% all’80%  (per capire quanto un tè Oolong è ossidato basta osservare il colore delle foglie mentre si sta facendo una tazza di tè: più sono tendenti al rosso/marrone più alta è la percentuale di ossidazione.) Le foglie vengono arrotolate e poi lasciate ossidare. Successivamente vengono arrotolate e ancora lasciate ossidare, di nuovo arrotolate e ossidate e così via. La lavorazione del tè Oolong richiede ore, ma a volte sono necessari anche giorni e il risultato che regala questa complessa e lunga lavorazione sono aromi e sapori intensi, strutturati  e con poca astringenza.

Tè nero: (conosciuto in Cina come tè rosso) è il tè più bevuto in occidente, ha un sapore molto forte ed è completamente ossidato. Il liquore di un tè nero è di colore marrone scuro o un rosso molto profondo.

Pu’erh: il processo di lavorazione per questa tipologia di tè (si pronuncia pu-ERR) è simile a quello del tè verde, ma prima che le foglie siano completamente essiccate, vengono invecchiate. Generalmente il pu’erh viene lasciato invecchiare in forme appiattite che ricordano una torta. Durante il processo di invecchiamento, che può durare da alcuni mesi ad anni, il tè subisce una fermentazione vera e propria (un po’ come succede con il vino, ma senza produrre alchool). Gli aromi, i profumi e i sapori regalati da una tazza di pu’erh ricordano il legno, il muschio, il sottobosco.

 

Facebooktwittergoogle_pluspinterest

2 commenti per “Tipologie di tè: scopriamo le varietà

  1. apprezzo particolarmente il Pu’erh per il suo aroma torbato, gli amanti dell’whisky scozzese ritroveranno alcune note molto simili

    1. Hai proprio ragione. Con il suo aroma particolare è adatto per le serate più fredde o dopo una cena con gli amici!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *