Tè e osteoporosi: il tè aiuta a rafforzare le ossa?

Il tè è buono, non ha calorie e aiuta a concentrarsi, ma se avevate bisogno di una scusa in più per sedervi, rilassarvi e bere una buona tazza di tè, eccovi serviti: sembra infatti che il tè sia un ottimo alleato per combattere l’osteoporosi ed evitare fratture alle ossa.

Da una recente ricerca condotta dalla Flinders University di Adelaide, emerge infatti che bere almeno tre tazze di tè al giorno riduce il rischio di traumi alle ossa del 30%! La ricerca mostra quindi che i bevitori di tè hanno ossa più forti, riducendo il rischio di fratture, anche all’anca.

I ricercatori dell’università hanno seguito per 10 anni 1200 donne intorno agli 80 anni. Le donne sono state osservate e controllate ed è stato chiesto loro di compilare periodicamente un questionario sulle loro abitudini alimentari e soprattutto sul loro consumo di tè.

Durante il decennio di studio, le donne hanno subito complessivamente 288 fratture, tra cui 129 fratture dell’anca. L’aspetto interessante è che le donne che bevevano almeno tre tazze di tè al giorno avevano quasi un terzo in meno probabilità di rompersi un osso rispetto a chi beveva poco tè o non ne beveva per nulla. Il tè può quindi essere di aiuto per le ossa, ma ovviamente non è una cura per l’osteoporosi.

Secondo i ricercatori di questo studio il merito è dei flavonoidi contenuti nel tè che contribuiscono a rafforzare le ossa.

Il consumo di tre o più tazze di tè ogni giorno è un’attività piacevole e secondo i risultati di questo studio aiuta a mantenere la salute delle ossa, quindi che aspettate? Accendiamo subito il bollitore, prepariamoci una buona tazza di tè e pensiamo alla salute delle nostre ossa!

Facebooktwittergoogle_pluspinterest

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *